OTTOBRE 2017   
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31













Castelleone

 
Stampa la pagina
Storia - Castelleone sì estende su una fertile pianura, presso l’antico alveo del fiume Serio. La traccia dei primi insediamenti in zona risale alla preistoria, come testimoniano i reperti mesolitici e neolitici conservati nel museo civico. In seguito nel temtono si stanziarono Galli lnsubn e Celti. Dopo la caduta dell’Impero Romano si avvicendarono te invasioni barbariche, tra cui quella dei Longobardi. A partire dal Mille nel temtorio si moltiplicarono le costruzioni a scopo difensivo, ne è un esempio il Torrazzo. Dopo la distruzione di Castel Manfredi, nome dell’antico insediamento, ad opera del Barbarossa, il vescovo Sicario dispose la costruzione di una nuova fortezza. Nacque così l’odierna Castelleone che segue il modello dell’accampamento militare romano, tuttora visibile nell’impianto del centro storico. metà del XIV secolo Castelleone è conquistata dai Visconti e nel 1420, grazie al governo di Cabrino Fondulo, fuggito da Cremona, conosce un momento di splendore politico e civile. E così che il borgo si eleva al rango di signoria, dove confluiscono artisti, mercanti, nobili. In seguitò passò sotto la dominazione di Milanesi, Veneziani, Francesi, Spagnoli e Austriaci, ai quali succedettero la Repubblica cisalpina e l’Impero Napoleonico. Dopo le guerre di Indipendenza entrò a far parte del regno del Piemonte (1859). NeI 1863 il paese è raggiunto dalla linea ferroviaria Milano-Treviglio-Cremona. Con l’avvento della Prima Guerra Mondiale scoppiarono i conflitti sociali, mentre la questione agricola aveva già fatto la propria comparsa sulle scene castelleonesi negli anni precedenti. Nel periodo che dal fascismo giunge ai giorni nostri, la storia di Castelleone si unisce a quella degli altri comuni della zona: anche qui è alto il prezzo pagato dai tanti che combatterono in nome della libertà.
Arte - I Torrazzo, il cui vero nome è Torre Isso, era già esistente all’epoca della fondazione del castrum (1188), l’imponente torre era il perno del sistema difensivo deI borgo di Castel Manfredi. L’assetto attuale è stato modificato rispetto a quello originario e anche l’altezza, 47 metri, è superiore a quella di un tempo. La parrocchia è dedicata ai Santi Filippo e Giacomo ed è di impianto rinascimentale. All’interno custodisce il pregevole Cristo Risorgente del pittore cremonese Giulio Campi (1545), il trittico con Madonna e Santi dello Pseudo Bramantino e il Sant’Omobono del maggiore artista castelleonese del ‘900, Francesco Arata. A nord del paese sorge Santa Maria in Bressanoro, eretta tra il 1460 e il 1465 per volere del francescano Amedeo Menezes de Sylva. Presenta un impianto a croce greca sormontato da un tamburo a forma ottagonale e contiene affreschi del ‘400 raffiguranti, in 29 quadri, la vita di Cristo. Nelle cappelle laterali spiccano l’Assunta del Malosso ed altre opere pittoriche del rinascimento cremonese. Al termine di un lungo viale alberato si trova il Santuario della Beata Vergine della Misericordia che ricorda la quattro miracolose apparizioni del 1511. Fu costruito su progetto dell’architetto Agostino De Fondutis e mantiene intatto il suo equilibrio formale nonostante l’aggiunta (1909) di una campata e il rifacimento del fronte anteriore. All’interno presenta due grandi dipinti del Sabbioneta e affreschi di scuola cremonese. Interessante, nel cuore del paese, la doppia serie di portici risalente al medioevo, che percorre l’attuale via Roma sfociando nel “Voltone”, struttura ad arco progettata neI 1828 da Luigi Voghera.
 Articoli
Home|Scrivi|Servizi|Turismo|Eventi|Informazioni|Spettacoli | Statistiche
©2000 - 2017 Cremonanet.it V5.01 Disclaimer - Email - CSS

Cremona net la guida alla città di Cremona, vivace con tutte le informazioni più attuali, complete e puntuali sulla città. Corredato da una chiara cartina per una rapida ricerca dei luoghi da visitare. Sono presenti inoltre le cartine di Crema , Casalmaggiore, e della Provincia di Cremona.
Ampia sezione dedicata ai lughi da visitare, palazzi, chiese, musei, la famosa piazza del comune con il Torrazzo, la Cattedrale, il battistero, la nuova Piazza Stradivari, che rende omaggio al Maestro Stradivari, Liuteria Cremonese. APT Cremona

Cremonese Calcio US Cremonese 1903

Eventi, rassegne, mostre, concerti, la stagione teatrale del Teatro Ponchielli, sono raccolte in Cremona Net, Progetto Jazz, La prosa, Festival di Cremona Claudio Monteverdi, La nuovissima rassegna Cantiere Sonoro tuti eventi legati alla città di CREMONA.

Sport calcio cremonese, foto delle partite della cremonese 1903, schede giocatori, tifosi, serie C, impianiti sportivi Cremonesi.

Alberghi, Hotel, Motel, di Crema di Cremona di Casalmaggiore della Provincia di Cremona, ristoranti pizzerie , pizzerie, trattorie, bars, negozi, shop, ASCOM, FIPE, commercianti, Associazioni discoteche cinema e programmazione, rassegne come Cine in Città,

Terra dai mille sapori e dai gusti forti, il Cremonese deve molti degli ingredienti dei suoi piatti tipici alla presenza del Po, la mostarda, torrone, lessi, tortelli sperlari dondi. i salumi e il melone di Casteldidone

La Cronaca, La voce di Cremona, La Provincia di Cremona, Il piccolo Giornale, Mondo Padano, Telecolor, Freepress, sono i principali quotidiani e settimani della città di Cremona, si trovano anche online e sul web

Shopping e mercati, shopping and markets, mercatini di antiquariato a Cremona, mercato settimanale, apertura negozi di Cremona, orari dei negozi a Cremona, bancarelle, Cremonese, USC http://www.cremonanet.com/cremonese

Tourist guidebook Cremona and it's province, bed & breakfast, camping site, tourism at the country side, Tourist offices, museums and monuments, Palaces, Villas and Castles, Exhibition halls, Congress, Theatres parks nature, excursion on the rivers shopping markets,main events 2004, Cremona's violin